Afghanistan, Di Maio chiama Draghi per mettere in sicurezza il personale dell’ambasciata
0 2 minuti 11 mesi
Afghanistan, Di Maio chiama Draghi per mettere in sicurezza il personale dell’ambasciata

La situazione in Afghanistan si fa sempre più drammatica, dopo l’avanzata dei talebani che, nella notte, hanno annunciato di aver conquistato Lashkar Gah, capitale della provincia di Helmand, dopo Kandahar, Herat e Ghazni. Gli Usa hanno deciso di inviare oltre tremila soldati a protezione del personale diplomatico e dell’intero staff dell’ambasciata. E anche il ministro degli Esteri italiano, Luigi Di Maio, ha chiamato il presidente del Consiglio Mario Draghi, nella tarda serata di ieri, per fare il punto sulla situazione. A quanto si apprende, durante il colloquio è stata
ribadita la necessità di procedere con la massima attenzione per mettere in sicurezza anche il personale dell’ambasciata italiana a Kabul. “In questo momento 15 province sono sotto il nostro completo controllo”, ha detto all’ANSA il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid. “I talebani stanno avanzando in molte aree e le province di Zabul, Uruzgan, Logar e Maidan Wardak saranno conquistate a breve”, ha proseguito Mujahid sottolineando che le forze afgane sono state invitate ad evitare una resistenza “inutile” e ad arrendersi.
Fino a poche settimane fa, uno dei territori conquistati nella notte, Herat, era la base dei soldati italiani prima del ritiro delle truppe deciso dal Governo.

Stefania Losito

L’articolo Afghanistan, Di Maio chiama Draghi per mettere in sicurezza il personale dell’ambasciata proviene da Radio Norba.

Booking.com
Booking.com