L’appetito vien Pugliando: Stracciatella
L’appetito vien Pugliando: Stracciatella

In questo appuntamento della nostra rubrica L’appetitto vien Pugliando nella quale raccontiamo sapori e gusti tipici della nostra amata regione parleremo di uno dei prodotti caseari più buoni realizzati nel Tacco d’Italia e non solo: la stracciatella.

Non stiamo parlando del famoso gelato ma del buonissimo prodotto caseario che ha le sue origini in Puglia e che viene riproposto anche in altre regioni del Meridione come Campania, Basilicata e Molise.

Questo meraviglioso prodotto è un must che si trova nelle tavole dei pugliesi, ottimo da gustare da solo, con il pane e in moltissime ricette tradizionali.

Approfondiamo quindi le sue curiosità e caratteristiche.

Origini della stracciatella

La stracciatella, cuore e parte più rilevante della Burrata di Andria, nasce all’inizio del ‘900 con il recupero di ciò che restava della lavorazione della pasta filata della burrata. Queste rimanenze vennero poi miscelate con dell’ottima panna fresca, creando così questo delizioso prodotto.

Ha le sue radici nell’area del foggiano e la tradizione vuole che venga utilizzato il latte di bufala per la sua realizzazione, tuttavia viene riproposta anche con latte vaccino in diverse regioni del Bel Paese.

Questo appetitoso “oro bianco” è uno degli squisiti prodotti caseari pugliesi, apprezzato e diffuso in tutto il mondo.

Cos’è la stracciatella

Molte volte la burrata e la stracciatella possono venire confuse come “la stessa cosa” ma sono due prodotti caseari diversi. La base di preparazione è la stessa ma si presentano in maniera differente.

La prima, una dei simboli della cucina pugliese, è un gustoso involucro di pasta di mozzarella che si presenta in forma sferica con un cuffietto legato in cima che racchiude un cuore di straccetti di pasta filata miscelati con della buonissima panna fresca.

La seconda è un latticino fresco a pasta filata, composta da straccetti di pasta di mozzarella miscelati con panna fresca, che si presenta senza crosta, bianca, burrosa e sfilacciata.

Formaggio o latticino

Ci si potrebbe chiedere qual’è la differenza tra un formaggio e un latticino, quindi se la stracciatella rientra nella prima o nella seconda categoria.

Cominciamo dal dire che cosa sono entrambi:

  • formaggi: prodotti ricavati dalla coagulazione del latte o dalla sua crema, che possono differire se sono a pasta dura o a pasta molle, se sono freschi o stagionati e altre peculiarità
  • latticini: tutti i prodotti derivati dalla lavorazione del latte, come ad esempio burro, panna, yogurt, fiocchi di latte e chiaramente formaggi

Quindi la stracciatella, composta di pasta filata di mozzarella e panna fresca, è sia un latticino che un formaggio fresco.

Ricette con la stracciatella

Questo prelibato prodotto si può gustare da solo nella sua classica vaschetta, su bruschette, pizze, in panini e in molti piatti tipici pugliesi e non solo.

Pasta al forno alla tranese

Alcune delle ricette con la stracciatella sono:

Cosa ne pensi della stracciatella? Scrivicelo nei commenti!

L’articolo L’appetito vien Pugliando: Stracciatella sembra essere il primo su Puglia.com.

Booking.com
Booking.com

Di admin