3 cose da fare al Gargano
0 5 minuti 1 settimana
3 cose da fare al Gargano

gargano

Chi vuole un soggiorno davvero variegato, rilassante e spettacolare ha bisogno di una terra indiscutibilmente bella che si estende nel Mare Adriatico, come il Gargano. Soprannominato lo “sperone d’Italia” è un promontorio montuoso che fa parte della Puglia e comprende il Parco Nazionale del Gargano.

È ricco di storia e di bellezze naturali, paesaggi mozzafiato e un mare azzurro cristallino. Pure la parte interna del territorio va visitata per scoprire la cultura, le tradizioni e i monumenti di interesse storico. Numerosi e attraenti sono i borghi marinari, medievali ma anche agricoli o costieri, tanto belli da sembrare delle cartoline, con giochi di luce e tratti a picco sul mare. Ecco allora le 3 cose da fare al Gargano.

Tuffarsi in immersioni spettacolari

Una delle tante cose da fare al Gargano è di spostarsi un pochino a Nord del promontorio per andare a visitare le famosissime isole Tremiti che formano un arcipelago tutto italiano, con ben 6 isole principali. Le isole Tremiti hanno molto da offrire: grotte fantasiose come la Cala Matana, Lo scoglio dell’Elefante, Cala del Sale e poi la Grotta dell’Arenile, Puntasecca, la Grotta del Bue oppure la Grotta delle Viole, bellissime e particolari.

Ma per i sub, le immersioni intorno alle isole Tremiti, magari partendo dalle calette più riparate, rappresentano l’attrazione primaria. Qui, i fondali sono ricchi di varie tipologie di pesci e crostacei, oltre ad una flora acquatica colorata che ricorda quella dei film.

Per poter pianificare qui la vostra vacanza, è bene partire dalla prenotazione del traghetto per le isole Tremiti. Sì, perché la bellezza del Gargano si estende anche alle sue isole, come quella di San Domino, San Nicola, Capraia e Pianosa. Tuffi e profondità da urlo saranno all’insegna dell’estate più entusiasmante nel favoloso blu del Mare Adriatico.

Visitare il variegato entroterra

L’entroterra del Gargano propone vaste aree boschive e pinete come anche paesaggi montuosi, borghi e foreste. Una varietà di paesaggio che caratterizza enormemente questo territorio. All’interno infatti, il promontorio del Gargano presenta degli insediamenti antichissimi, anzi preistorici, come la Miniera della Defensola e la Grotta Paglicci. Nei vari paesi spiccano i borghi medievali e marinari come Peschici, Vieste, Rodi Garganico oppure più montanari come San Giovanni Rotondo e Vico del Gargano tanto per segnarne alcuni. I borghi della costa sono intercalati da piccoli vicoli bianchi che pur essendo a picco sul mare portano a delle piazzette dove ammirare con tranquillità l’esteso panorama marino. Notevoli sono anche i monumenti e i santuari come quello a San Michele a Monte Sant’Angelo e l’altro santuario di San Giovanni Rotondo. La cittadina più grande di questa terra è Manfredonia vicina alla città di Siponto, che accoglie un Parco archeologico e la Basilica paleocristiana.

Ammirare le sculture delle rocce marine

Un’altra cosa da fare e soprattutto da vivere è la spiaggia e la costa del Gargano. Con qualche piacevole camminata si possono raggiungere lidi indimenticabili, basti pensare alle falesie a picco sul mare, alle spiagge di sabbia bianca e ai fiordi da ammirare da Mattinata a Vieste, come la Baia delle Zagare, Baia di Campi, Pugnochiuso e Cala della Pergola.

Ma le rocce che sorgono dal mare formano sculture da sogno e spettacoli unici. Queste caratteristiche geologiche del Gargano si possono trovare nei pressi di grotte marine oppure tra i faraglioni del Pizzomunno, a Baia delle Zagare e a San Felice con il suo arco naturale. La roccia carsica, infatti, viene scolpita dal mare e dal vento creando delle forme fantastiche che emergono dall’acqua. Si possono visitare anche in barca e non solo dalla terraferma, per vederle più da vicino. Infine, le bianche spiagge sabbiose si alternano a pezzi di costa ricoperta da rigogliosa vegetazione, con torri e trabucchi, qua e là.

L’articolo 3 cose da fare al Gargano sembra essere il primo su Puglia News 24.

Booking.com
Booking.com