4254D98F-70CD-4AD9-B8FB-2F654CEC905B

Il Festival di Sanremo punta dritto a marzo (dal 2 al 6). Il conduttore  direttore artistico Amadeus, dopo aver reso noti i nomi dei 26 Big in gara, comincia a costruire il suo secondo festival. E cosi’, dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, arriva la conferma che accanto a lui ci saranno Achille Lauro, Elodie e Zlatan Ibrahimovic. “Elodie sara’ con me, sara’ una delle donne del festival. L’anno scorso era in gara, stavolta sara’ co-conduttrice per una sera. Ha un pubblico fortissimo, e’ bella, spiritosa, divertente, ironica”. Achille Lauro e Ibra saranno invece presenze fisse per tutte e cinque le serate del festival. “Achille Lauro ci regalera’ cinque quadri, che sta gia’ preparando. Al Milan, invece, ho promesso che Zlatan non saltera’ nessuna partita”.
Tante sono le  incognite per un possibile nuovo lockdown a gennaio, per una nuova impennata dei contagi, per una terza ondata da Covid che diversi esperti danno quasi per scontata. Ma la macchina organizzativa del festival non si ferma (anche se le decisioni finali saranno prese a gennaio). E tutte le idee per un “festival della normalita’ e non della pandemia, che rimarra’ nella storia” – con la conferma anche degli spazi esterni all’Ariston, come quello nella vicina piazza Colombo – vengono vagliate. Dice Amadeus: “Tutta l’area di Sanremo va riorganizzata, ma gli italiani lo vogliono tradizionale e anche gli artisti ne hanno
bisogno. La musica in un luogo vuoto non e’ fattibile”.

Amadeus  rivendica le scelte fatte anche per il cast e aproposito della partecipazione di Bugo in gara dice: “Bugo è dentro per la sua canzone, non come risarcimento per l’esclusione dell’anno scorso. Morgan? Nessuna promessa, lo avevo solo invitato a mandarmi qualcosa come e’ nelle mie prerogative da direttore
artistico”.
Sulla ipotesi di avere una nave che ospiti pubblic e cast dice: “Un’ipotesi bellissima, per creare una bolla e mettere in sicurezza 500 persone che potranno essere il pubblico dell’Ariston. Tutti dovranno essere controllati, nel massimo della sicurezza. E anche gli sponsor si sono detti favorevoli. Sanremo deve aiutare la popolazione a rinascere, non solo la musica, e a lasciarci il dramma alle spalle”.
Ad Amadeus fa eco il direttore di Rai1 Stefano Coletta. “Stiamo valutando varie ipotesi per ogni categoria, dal pubblico alla stampa. In qualunque situazione arriveremo, comunque, dovranno essere seguiti i protocolli sanitari, perche’ la salute e’ al primo posto. Dopo le feste cominceremo a formalizzare il
tutto”.

Angela Tangorra

Di admin